RACCOGLI I CONSENSI AL GDPR CON MAILCHIP

Se gestisci un database di contatti ne sei anche responsabile

Come forse già saprai la data del 25 maggio segna un grande cambiamento nella comunicazione delle aziende e dei professionisti in quanto l’aggiornamento alla Privacy, denominato GDPR, introduce la responsabilità delle persone fisiche nella gestione dei dati personali e obbliga a chiedere il consenso informato, libero e specifico.

Non c’è distinzione tra B2B e B2C, semplicemente se gestisci un database di contatti ne sei anche responsabile con vari gradi di implicazione e diversi accorgimenti che dovrai seguire per essere in regola con il GDPR.

Questo significa che se hai un form per la raccolta dei contatti email sul tuo sito o blog dovrai adeguarti al Regolamento.

  • Se per qualche ragione hai dei contatti presenti nel tuo database di cui non hai ottenuto il consenso perché sono indirizzi presi dal web o account molto vecchi (oltre i 5 anni), non potrai usarli per inviare le tue comunicazioni.
  • Per tutti i nuovi iscritti e per quelli che rientrano nel punto precedente, dovrai “guadagnarti” il loro consenso attraverso specifici moduli di registrazione al sito o blog contenenti tutte le nuove disposizioni del Regolamento sulla privacy.

MailChimp, come molti altri software di email marketing, pur essendo americano, ma avendo utenti che fanno parte dell’Unione Europea, ha da poco introdotto il pacchetto “GDPR-friendly form” che include la possibilità di inserire:

  • check box opzionali per prestare i diversi consensi
  • una sezione editabile (che possiamo tradurre in Informativa Policy), utile a indicare come e perché usiamo i dati raccolti
  • creare una campagna specifica sui consensi prestati con template preimpostati per i vecchi e i nuovi contatti.

Come avveniva in precedenza, fondamentale per la raccolta dei dati è il consenso al trattamento degli stessi, previa informazione sulla finalità dell’utilizzo. Occhio alle checkbox: non è possibile pre-spuntare le caselle per ottenere il consenso all’acquisto o all’iscrizione alla newsletter.

Se utilizziamo Mailchimp for Woocommerce, all’interno del tab “List Settings”, è sufficiente contrassegnare la casella come Visibile ma non pre-spuntata per essere in regola.

E’ inoltre obbligatorio prevedere il double opt-in (ossia l’invio di una mail di conferma all’utente affinché si iscriva alla newsletter).

Sempre con MailChip è possibile impostare il double opt-in direttamente dai settaggi della lista: all’interno della lista andiamo su Settings > List Name & Defaults e checkiamo “Enable Double Opt-in”.

Inoltre, se fai attività di profilazione sul tuo database, ad esempio con campagne di remarketing, dovrai ottenere un altro consenso al trattamento (Customized online advertising) e quindi dovrai creare un segmento dedicato dove salvare solo i contatti che hanno prestato il consenso e a cui potrai sottoporre le tue campagne a pagamento.

Per farlo puoi usare il template che MailChimp ha creato appositamente GDPR Subscriber Alert template.

Clicca Qui per saperne di più e leggere l’articolo completo

Oppure per avere maggiori spiegazioni e ricevere una consulenza gratuita:

 

LINEA COMPUTERS