Registratore telematico e scontrino elettronico scatta l’obbligo

Scontrino elettronico, obbligatorio dal 1 Luglio 2019 ed esteso per tutti dal 2020, come funziona la trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri per commercianti e negozianti?

Si avvicina la data di avvio dell’obbligo di memorizzazione trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri per negozianti ed esercenti commercio al minuto.

A partire dal 1 Luglio 2019 i soggetti con volume di affari superiore a

400.000 euro saranno obbligati alla trasmissione dei corrispettivi in modalità telematica, con una novità che si estenderà a tutti i titolari di partita iva dal 1° Gennaio 2020.

Tali soggetti dovranno dotarsi in primo luogo di registratori di cassa adeguati alla memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi.

Le date dell’avvio dell’obbligo ora sono ufficiali:

  • 1 Luglio 2019, si prevede l’inizio dell’obbligo di scontrino elettronico per i contribuenti con volume d’affari superiore a 400.000 euro, cioè dell’obbligo di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri all’agenzia delle entrate;
  • Il 1° Gennaio 2020, l’obbligo di scontrino elettronico verrà esteso a tutti i titolari di Partita Iva e sarà inoltre accompagnato dalla cosiddetta Lotteria degli scontrini.

La normativa sugli scontrini elettronici è volta a completare il processo di certificazione fiscale avviato con l’introduzione dell’obbligo di fattura elettronica tramite l’introduzione dell’obbligo generalizzato di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi.

Come funziona in breve?

L’abbandono dello scontrino cartaceo in favore dell’invio dei corrispettivi elettronici allo SdI avverrà con una semplice connessione internet e un solo tocco, i corrispettivi saranno trasmessi in automatico e in totale sicurezza.

Quando si effettua la chiusura di cassa giornaliera, il Registratore Telematico 2019 elabora i dati memorizzati durante tutta la giornata lavorativa, li sigilla elettronicamente garantendone l’autenticità e procede con l’invio telematico all’Agenzia delle Entrate.

I vantaggi del Registratore Telematico 2019

  • Verifica ogni due anni e non più annuale
  • ADDIO allo scontrino di carta ( lo scontrino ha validità esclusivamente commerciale e di garanzia dell’acquisto)
  • FINE del registro dei corrispettivi che sono sostituiti dallo scontrino elettronico
  • COMUNICAZIONE DIRETTA con l’Agenzia delle Entrate
  • ZERO RISCHIO di perdere i documenti
  • ZERO ERRORI durante la trasmissione dei corrispettivi elettronici
  • ZERO PROBLEMI di sicurezza e di autenticità del contenuto
  • SICUREZZA MASSIMA dei dati
  • AUTENTICITÀ GARANTITA dei dati
  • FINE OBBLIGO di certificazione fiscale, fermo restante l’obbligo di emettere fattura quando il cliente la richiede

50% di Bonus per i nuovi registratori di cassa

Un onere per il quale sarà riconosciuto anche un bonus fiscale: chi acquisterà un nuovo registratore di cassa nel 2019 e nel 2020, dotato delle tecnologie necessarie ad adempire i nuovi obblighi, potrà beneficiare di un credito d’imposta pari al 50% della spesa fino ad un massimo di 250€.

 

Per saperne di più:

Contattaci

 

LINEA COMPUTERS